cascina6b banner 2 Rivista Promuovere
Scopri il 'Marketing Promuovere': Al servizio di chi fa Impresa

MANGANELLATE SUI RAGAZZI, FERITE NELL’ANIMA

Ogni volta che con Promuovere entriamo nelle scuole ci troviamo di fronte a un miracolo che si rinnova: la meraviglia dei ragazzi. Non sembri esagerata la parola miracolo, perché se pensiamo allo stato della scuola italiana la meraviglia delle ragazze e dei ragazzi che ci accolgono ha effettivamente qualcosa di miracoloso. Sono menti pensanti, occhi che ti risucchiano l’anima non appena riescono a incrociare i tuoi (e li cercano i tuoi occhi, eccome se li cercano), emozioni in carne ossa e brufoli che chiedono soltanto di essere alimentate.

Ragazze e ragazzi che alcuni insegnanti straordinari accompagnano nel percorso di crescita e di arricchimento e che altri insegnanti, meno straordinari, non sono ancora riusciti a rovinare nonostante i loro sforzi. Perché per fortuna ce ne vuole di impegno per rovinare la meraviglia della vita e la forza di quella stessa meraviglia.

Un manganello però, in questo senso, può aiutare. Specie se brandito da un manipolo di agenti in tenuta antisommossa chiamati a resistere addirittura all’avanzata inesorabile di un gruppo di adolescenti armati di idee, intelligenza, passione pur condite da quel pizzico di ingenuità che rende fragile ma anche pulito e ancora più bello ogni pensiero.

Ecco, è abbastanza naturale che di fronte alla forza di questi valori chi non ha altri argomenti che un manganello sia indotto a usarlo, magari con un ghigno di soddisfazione e la sensazione di appagamento nel tornare a casa la sera con la convinzione di aver dato un senso alla propria giornata.

Per fortuna i danni fisici dei pestaggi, per quanto gravi e inaccettabili, sono stati tutto sommato contenuti. Solo quelli fisici, però. Quali sono le conseguenze nell’anima di quei ragazzi? Lasciamo da parte le dichiarazioni discutibili dei ministri di turno solidali con i manganellanti. E lasciamo stare per ora anche i manganellanti stessi: questa volta hanno affrontato soltanto dei ragazzi inermi e a volto scoperto, non osiamo pensare che cosa potrebbe accadere se dovessero trovarsi davanti truppe meccanizzate di anziani in sedia a rotelle e maschera a ossigeno in rivolta contro i tagli alla sanità pubblica e all’assistenza alla terza età.

No, a noi interessano i ragazzi e le ferite che quelle manganellate lasceranno nella loro anima. Manganellate inferte da chi a forza di essere considerato il cane da guardia del potere si ritrova ormai capace soltanto di abbaiare furiosamente e a comando dimenticando di essere in realtà, più che un cane da guardia, un amorevole e fedele servitore non del potere ma delle istituzioni. Dove le istituzioni non sono i ministri di cui sopra e i loro sodali, di qualunque colore essi siano, bensì quegli stessi ragazzi e ragazze, che nelle istituzioni stesse si identificano perché ne sono rappresentati e che dalle istituzioni dovrebbero essere tutelati. Un corto circuito piuttosto ricorrente nella storia e che non pretendiamo un manganellante possa comprendere.

Chi scrive non ha avuto la fortuna della paternità e dunque, come accade a molti nella stessa condizione, tende a vedere istintivamente dei figli in tutti i ragazzi che incontra. E rimane stupito dalla fame di sapere, di capire, di condividere emozioni che gli occhi di quei ragazzi, tutti i ragazzi, esprimono. Chiedono idee, confronto, chiedono di essere aiutati a crescere, chiedono di litigare, a volte ti sfidano. E quando ti sfidano, con le parole o peggio con gli occhi, ti strappano un sorriso che ti guardi bene dal lasciarti scappare per non essere frainteso, ma che ti riempie il cuore perché capisci che c’è speranza e che quei ragazzi, malgrado noi adulti, sono straordinari. Ed è così fin dall’inizio del mondo.

Per cogliere queste cose non occorre molto, solo umana intelligenza. Che solitamente difetta dietro a un manganello.

© Promuovere Persone Culture Territori

Condividi
Diventa Partner di Promuovere

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 − 1 =

Caricamento notizie in corso ...
Rivista Promuovere - Persone Culture Territori


Chiudi il menù